Mamma single: cosa devi sapere prima di frequentarmi

Categorie: single di ritorno.

Vuoi iniziare a frequentare una mamma single?

mamma single

Perfetto, se non sei scappato a gambe elevate quando hai saputo che sono una mamma single, ho un figlio e che lo sto crescendo da sola è già un punto a tuo favore!

Sempre più madri single

Sono sempre di più le donne che dopo una separazione, un divorzio o un lutto improvviso, decidono/devono crescere i propri figli da sole.

Farlo, ovviamente, non è affatto semplice… Essere una mamma single non lo è ugualmente.

Si sa, ognuna desidererebbe avere accanto il principe azzurro, l’uomo perfetto.

Perché?

Sin da bambine, quando giocavamo con le nostre Barbie (esistono ancora per fortuna!) sognavamo Ken che arrivava sul suo cavallo bianco e ci prendeva per portarci in un mondo incantato e mai avremmo immaginato che un giorno saremmo diventate delle mamme single!

Forti di questo (Barbie che realizzava il suo sogno) siamo cresciute con uno stereotipo di uomo in testa e tra i banchi di scuola ci siamo prese le prime cotte per l’Andrea di turno, bello ed impossibile, ed, inebriate dai primi ormoni, abbiamo iniziato con lui una relazione.

Su Andrea riponevamo tante speranze e, per questo, l’abbiamo caricato di tante aspettative che, durante la relazione, si sono sciolte come neve al sole.

Certo lo so, il buon Andrea non centra nulla, sono io che “sono sbagliata” e per questo la relazione è scoppiata.

Ma come si dice?

Morto un papa se ne fa un altro, chiusa una porta si chiude un portone ecc.

Tutto bello sulla carta!

In pratica nel corso della mia vita ho solo collezionato alcuni Andrea cambiando i personaggi e non la storia e, credimi, cerco disperatamente di far capire questo alle mie amiche quando mi chiedono

“Capitano tutti a me uomini così?”

Alcuni mi hanno spiegato che possono esserci problemi più profondi, legati alla mia infanzia, probabilmente perché ero stata piantata davanti ad una TV che mi faceva da babysitter che oggi sono una mamma single.

Cercavo negli uomini l’affetto che non ho ricevuto perché i miei erano impegnati a portare a casa il pane.

Anche per questo ho trovato diversi Andrea che sapevano risvegliare quella bambina che aveva bisogno di protezione e di affetto ed uno me lo sono anche sposato…

Com’è finita?

Se sono una mamma single… lo capisci da solo!

Per questo la mia vita non è una vita semplice…

La mia è una vita molto incasinata.

Prima di uscire con una mamma single devi riflettere bene perché una mamma single è da prendere “con tutto il pacchetto”!

Parlo ovviamente per me che ho ancora un figlio che deve crescere e diventare grande con tutto quello che questo comporta:

  • doppie responsabilità;
  • senso di solitudine;
  • ristrettezza e difficoltà economica;
  • inadeguatezza;

….

L’elenco per una mamma single è molto più lungo e variopinto.

Se fossi ad esempio mamma single da poco potresti tranquillamente metterci:

  • paura;
  • ansia;
  • rabbia;
  • diffidenza;
  • sensi di colpa per quello che è successo

e tanto altro.

Immagina!

Come ti sentiresti se tu fossi una mamma single che ha appena mollato o e stata appena mollata dal proprio uomo?

Qualunque sia il tuo stato (separata, divorziata, vedova) saresti un mix di emozioni in una pentola a pressione pronta ad esplodere!

Leggo anch’io su internet le voci che circolano sulle mamme single dove si crede che siano tutte delle “affamate”, pronte a diversi, a caccia di uomini, pronte a sbolognare “il pacchetto” ad amici e parenti per uscire e passare una serata in allegria, pantere da letto, ecc. ecc.

Sveglia! Non dico che non conosco amiche separate che s’intestardiscono nel sembrare adolescenti e che si radunano per andare a ballare e rimorchiare… Certo ci sono ma non siamo tutte così specie se abbiamo figli piccoli!

Molti madri single corrono sul filo del rasoio dove da una parte c’è la loro unica ragione di vita, i propri figli, e dall’altra la speranza di rifarsi una vita unita al timore che questo non accadrà mai.

Noi dobbiamo fare da padre e da madre ai nostri figli stando attenti a non metterli sotto una campana di vetro e soffocarli… Comprendi in che casino siamo?

No, nessuno ti dirà mai che è semplice!

Pur essendoci quasi 2 milioni e mezzo di famiglie in Italia come la mia (monoparentali) [secondo l’I.S.T.A.T. ], l’arte del genitore è già difficile se si è in due, immagina in uno!

Tuttavia non spaventarti perché una mamma single è pur sempre una donna e come tale vuole e deve essere trattata.

Alcune cose che devi sapere

È probabile che ti occorrano un po’ di consigli a riguardo.

Oltre al normalissimo sii te stesso (che già sarebbe un bel traguardo) devi sapere che:

  • c’erano mio figlio, mia figlia, i miei figli prima che tu arrivassi e ci sono ancora;
  • ho già un bambino vicino a me, mi serve un uomo;
  • non sono una lavatrice da provare e poi vediamo;
  • prima di avvicinarti a mio figlio, a mia figlia, ai miei figli devi essere sicuro di quello che provi per me;
  • non funziona come nei film che se conquisti il figlio conquisti la madre;
  • il mio essere mamma single è un vantaggio non un handicap, mi evita di frequentare perditempo…

Soprattutto non giocare con i miei sentimenti, non me lo merito e sappi che anch’io voglio amare ed essere amata senza troppi pensieri! Che credevi?

Anche tu sei una mamma single?

Se sei tu una mamma single,  voglio condividere quello che ho sperimentato sulla mia pelle che forse può aiutarti a riflettere:

  • cerca e trova un equilibrio! Essere mamma single significa essere anche una donna per questo non privare la tua vita investendola in toto il tuo tempo solo per i tuoi figli. Scoppierai e rovinerai tutto;
  • il passato è fatto di ricordi e di esperienze conquistate sul campo. Fanne tesoro e fattene una ragione.  Le paure del passato o le preoccupazioni del futuro distruggono il tuo presente. Lascia spazio a quello che succede ora;
  • quando esci con lui, stai con lui e lascia a casa la storia che avevi. So che è dura all’inizio ma se l’ammorbi con quello che è successo nel tuo passato, con piagnistei, con “il fantasma del tuo uomo passato” come credi che finirà?
  • Il tuo attuale lui non è il rimpiazzo di un passato malato. Prima di fare le presentazioni ufficiali comprendi chi è e cosa davvero rappresenta per te. I tuoi figli non cercano disperatamente “un padre” ne tantomeno hanno voglia che la vita gli sbatti un’altra porta in faccia.

“Da quando mi sono innamorata di te, ogni cosa si è trasformata ed è talmente piena di bellezza… L’amore è come un profumo, come una corrente, come la pioggia. Sai, cielo mio, tu sei come la pioggia ed io, come la terra, ti ricevo e accolgo” – Frida Kahlo

È davvero un discorso lungo e complicato e, se vuoi, ritorneremo su questo argomento come anche potremmo approfondire meglio determinate sue tematiche.

Cosa ne pensi tu in merito?

Cosa vorresti approfondire?

Scrivimi qui in basso.

A presto!

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento con FB!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *